iscriviti: Articoli | Commenti


Un’avventura a lieto fine… e una figuraccia scampata

2 commenti


Rüdiger Gerolf Biernat, Riccardo Capurso, Rino “Zighy” e Donato Papa

Tempo fa abbiamo pubblicato il racconto di Rüdiger Biernat, un turista tedesco grande appassionato di storia medievale, che descriveva la rocambolesca avventura vissuta in seguito alla sua visita a Castel del Monte. Vittima della inadeguata offerta di collegamenti al maniero federiciano (per sua sfortuna – e paradossalmente – era arrivato ad Andria di domenica), è riuscito per fortuna a raggiungere il Castello grazie all’aiuto di quattro volenterosi ragazzi andriesi incontrati per caso mentre vagava smarrito per le vie della città (e per inciso, vestito in abiti medievali).

Grazie alla loro disponibilità, la città Andria ha probabilmente rimediato ad una pessima figura ed evitato che un turista straniero portasse con sè un brutto ricordo della città. Dopo qualche ricerca, siamo riusciti ad entrare in contatto con Chiara Lambo, una delle protagoniste di questo bel gesto civico, e gli abbiamo chiesto di raccontarci l’esperienza vissuta durante quella giornata:

Quella giornata rimarrà indimenticabile per me e per i miei amici. La città di Andria ha lasciato un turista a piedi, non ha saputo rispondere all’esigenza di una semplice visita a Castel del Monte di un turista fanatico della Storia Federiciana.

Mi sono messa nei suoi panni, ho ricordato chi mi ha aiutata quando sono stata fuori Andria anch’io e non potevo far finta di nulla… aveva gli occhi buoni, non ho avuto paura di dargli una mano. Non mi piace commentare gli aspetti negativi, ma quel giorno Andria non ha fatto una bella figura, immagina se fosse tornato in Germania e avesse raccontato di Andria… arrivato da chissà dove per ammirare una fortezza, non una qualsiasi, La Fortezza di Federico II, e non ci sono stati mezzi pubblici per arrivarci. Scandaloso!!!

Mi ha fatto tenerezza ma sopratutto tanto piacere accompagnarlo, e una volta lì, aveva gli occhi di un bambino che vedeva per la prima volta questa opera immensa. Io sono abituata a vederlo il nostro Castel del Monte, per me è un luogo di forte energia, spesso il pomeriggio è tappa di passeggiate, riposo, lunghe chiacchierate con i miei amici durante l’ anno, a prescindere dalla stagione, è per me l’unico luogo di raccoglimento fuori dai rumori quotidiani. Per me è così… immaginate per Rudiger… la sua prima volta!

Non ho saputo dire no, ho chiamato il mio compagno e con i miei amici abbiamo regalato a quest’omone una visione indimenticabile e con la visione, anche un gesto che non tutti sono pronti a compiere facilmente… Nulla avviene per caso, sono sempre più convinta di questo, bisognava vedere veramente le espressioni di Rudiger… e il mio compagno che al telefono stava rinunciando, e dopo tanti “dai per favore!”, e “se fossi stato nella sua situazione”, e dai, e dai e dai, ecco che ce l’abbiamo fatta a vedere la felicità negli occhi di Rudiger, incredulo e piccolo davanti a tanta maestosità.

Mi piacerebbe se per una volta fossimo noi a valorizzare quello che abbiamo e riteniamo scontato. Dalla Germania Rudiger è venuto apposta per Castel del Monte, vestito medievale, fuori di testa :) ad Andria poi… immaginavo il resto della città nel vederlo vagare cosa pensava… ma nessuno si è mosso per realizzare questo desiderio di Rudriguer, a parte questa fuori di testa che scrive e i suoi cari amici.

di Chiara Lambo


  1. Grandi Chiara e Donato !! Saluti dal Pino Grande !!!

  2. francesco says:

    il tuo gesto ti fa onore, mi ha molto commosso, grazie per l’esempio :)

Lascia un Commento